aeg alfatec assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-ariagel ariete assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-ariston bosch assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-bimby braun candy delonghi electrolux assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-general-electric assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-gisowatt assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-hoover assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-imetec assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-indesit kenwood krups micromax assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-miele assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-moulinex assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-omas polti rex assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-siemens assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-simac assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-smeg assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-supercalor assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-superclima assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-folletto assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-whirlpool zanussi assistenza-e-riparazioni-elettrodomestici-zerowatt

Manutenere la cucina a gas vuol dire evitare potenziali fughe di gas esplosive, così da assicurare la sicurezza per te e la tua famiglia.

Consigliamo vivamente di corredare la propria cucina di fornelli dotati di termocoppia che è quel dispositivo che blocca il flusso di gas in caso di spegnimento accidentale della fiamma. Per maggiori chiarimenti rivolgersi ad installatori qualificati e abilitati, oltretutto potranno:

  • verificare l’effettiva efficienza dell’adeguata ventilazione della cucina;
  • verificare lo stato di deterioramento del tubo gas in gomma;

In particolare, per quanto concerne il tubo in gomma, ricorda che questo è responsabile del collegamento tra il tuo piano cottura e l’impianto a gas del tuo appartamento. E’ fondamentale dunque controllare o far controllare che:

  • sia marcato secondo le norme UNI-CIG
  • riporti il nome e la sigla del produttore
  • riporti l’anno limite di utilizzo (scadenza)
  • riporti la misura del suo diametro interno

Il tubo gas in gomma flessibile andrebbe cambiato mediamente ogni cinque anni; naturalmente controllarne lo stato di deterioramento serve proprio a rendersi conto se è il caso o meno di procedere con una sostituzione preventiva per evitare perdite di gas e brutte sorprese. In genere, un valido indicatore è la presenza di screpolature sulla sua superficie.

Per quanto riguarda il piano cottura in particolare, effettuare la manutenzione significa essenzialmente eseguire interventi regolari di pulizia, soprattutto sugli spartifiamma: infatti, se questi elementi sono regolarmente ostruiti, oppure (molto importante) non collocati perfettamente nella loro sede possono alterare impercettibilmente la combustione, generando monossido di carbonio, elemento estremamente nocivo oppure peggio, la fusione di questi ultimi generando esplosioni.

Il nostro consiglio è quello di pulire tutto il piano cottura in maniera il più possibile approfondita, possibilmente alla fine di ogni utilizzo, utilizzando una spugna umida, detersivi specifici per superfici in acciaio e prestando attenzione affinché non rimangano incrostazioni sui fornelli. Raccomandiamo in questo caso la rimozione delle griglie e delle teste dei bruciatori.

Di seguito, una piccola guida passo passo per la manutenzione approfondita della tua cucina a gas.

Attenzione: se non ti senti sicuro nell’effettuare queste operazioni, contatta un tecnico specializzato.

- togliere i bruciatori ed allentare le viti della superficie superiore del piano cottura

- asportare la superficie e scoprire il vano con i condotti del gas

- esaminare con attenzione lo stato dei collegamenti

- con l’aiuto di un piccolo aspirapolvere eliminare i residui accumulati e lavare con un detergente specifico

- se le teste dei bruciatori presentano occlusioni, aprire i fori utilizzando uno stuzzicadenti e metterli a bagno in uno sgrassante specifico.